VERIFICA DISPONIBILITÀ

Amalfi

E’ la cittadina che dà il nome all’intera costa nonché una delle località turistiche più rinomate al mondo per la sua storia millenaria, l’importanza dei suoi monumenti e la splendida cornice naturale che ne ha permesso l’iscrizione nel Patrimonio dell’UNESCO.

Nello stemma cittadino si legge “Descendit ex patribus Romanorum” ed effettivamente le origini di Amalfi sembrano risalire al periodo romano, come attesta il rinvenimento di un ninfeo appartenente ad una villa probabilmente edificata ai tempi dell’imperatore Tiberio. Anche il toponimo ha origini latine e deriverebbe o da Melfi, città lucana i cui profughi approdarono sulle coste amalfitane fondando la città, o dalla “gens Amarfia”.

Già sede vescovile nel 596, fece parte del ducato romanico-bizantino fino all’839, quando divenne una repubblica autonoma (la prima delle Repubbliche Marinare d’Italia) governata prima da Conti eletti annualmente, poi da Prefetti ed infine da Duchi che la trasformarono in una sorta di monarchia ducale. Da questo momento in poi inizia la supremazia amalfitana nei commerci con l’Oriente e, in generale, nella gestione dei traffici commerciali in tutto il bacino del Mediterraneo, attraverso una fitta rete di insediamenti nei principali porti.

Le navi mercantili amalfitane, cariche di legname, salpavano alla volta delle coste nord-africane, siriane, palestinesi e di Bisanzio, scambiandolo con oro, spezie, pietre preziose e stoffe. I commercianti amalfitani divennero in breve molto ricchi, tanto da attirare l’attenzione e l’inimicizia di nuove ed emergenti concorrenti, come Pisa e Genova. Della storia marinara di Amalfi rimangono gli arsenali in muratura, utilizzati per la costruzione degli scafi delle galee di combattimento, il codice marittimo denominato “Tabula de Amalpha” e la tradizione dell’invenzione della bussola ad opera di Flavio Gioia.

La storia turistica di Amalfi coincide con l’arrivo di viaggiatori del Nord-Europa all’epoca del Grand Tour quando, sul finire del XVIII secolo, partivano alla volta di tracce del passato e scorci dal gusto romantico. Da quel momento in poi Amalfi e, in generale, la costiera, viene riscoperta anche da personaggi famosi come località dove trascorrere le proprie vacanze.

 

Fonte (www.amalficoast.it)

2017-03-28T16:45:10+00:0020 febbraio, 2017|Itinerari|